fbpx Skip to content

Innovation manager, al via le domande per gli incentivi

Si è chiusa il 25 ottobre la fase di composizione dell’elenco di esperti. A partire dal 7 novembre il MISE ha aperto la fase di presentazione delle domande relative alle agevolazioni sui piani di digitalizzazione. Imprese e reti d’impresa possono avviare la compilazione della domanda per richiedere il voucher per l’innovation manager.

Attingendo alla lista dei manager esperti di tecnologie legate a industria 4.0, PMI e reti d’impresa potranno richiedere gli incentivi pensati per favorire i processi di trasformazione tecnologica e digitale.

#INNOVATIONMANAGER

La procedura a sportello

L’agevolazione verrà concessa sulla base di una procedura a sportello, per cui le domande inviate verranno ammesse alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico di presentazione.

L’iter di presentazione delle domande di agevolazione sarà articolato in più fasi. Il 31 ottobre è partita la verifica preliminare del possesso dei requisiti di accesso alla procedura. La compilazione della domanda di accesso alle agevolazioni è aperta dal 7 al 26 novembre. Infine, dal 3 dicembre, sarà possibile inviare la domanda di accesso alle agevolazioni.

Come presentare la domanda

Al momento della presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni andrà indicato il manager qualificato, individuato nell’elenco del MISE, con il quale sarà sottoscritto il contratto per le prestazioni di consulenza specialistica legate a Industria 4.0. Il manager non potrà essere coinvolto contemporaneamente in più domande.

Le domande di agevolazione si intenderanno trasmesse in maniera corretta dopo che il sistema avrà rilasciato l’attestazione di avvenuta presentazione dell’istanza. La tempistica sarà fondamentale, in quanto il decreto del MISE specifica che le domande saranno ammesse alla fase istruttoria in base all’ordine cronologico di presentazione e i contributi saranno erogati entro il tetto massimo di €50 milioni. Arrivati a quella soglia, lo sportello sarà chiuso e le domande rimaste senza copertura saranno considerate decadute.

L’erogazione delle agevolazioni avverrà in due quote. La prima metà sarà pagata dopo la realizzazione di almeno metà delle attività previste dal contratto; il resto arriverà al completamento delle attività.

Leggi altri articoli sull’argomento

Lascia un commento