Incentivi e contributi per l’internazionalizzazione

Per ripartire bisogna essere pronti, digitalizzazione ed internazionalizzazione possono essere le chiavi vincenti nei prossimo biennio

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per il rilancio del Made in Italy, ha messo in piedi il “Patto per l’export“. La misura individua alcune linee d’azione per il rilancio economico del Paese e la sua rinnovata affermazione sui mercati internazionali, attraverso l’adozione di strategie commerciali e modelli innovativi.

Le varie linee d’intervento prioritarie, emerse durante i tavoli di ascolto con categorie, enti e associazioni, seguono i seguenti assi strategici:

  • Comunicazione: realizzare campagne di comunicazione strategica in favore del made in italy e di tutte le filiere per promuovere le eccellenze del territorio e rilanciare l’immagine dell’Italia;
  • Promozione Integrata: specifiche iniziative di promozione per i settori arte contemporanea, cinema e audiovisivo, spettacoli dal vivo, editoria, cucina, design, scienza ed innovazione, che punti a valorizzare le eccellenze italiane nei settori innovativi e ad alto contenuto tecnologico (industria aerospaziale, meccanica avanzata e green economy e a tutti i settori produttivi adiacenti (tessile e moda, legno e design, automotive e settore agroalimentare);
  • Formazione/informazione: strumenti formativi e informativi per sostenere l’accesso ai mercati internazionali da parte delle imprese, per potenziare le competenze delle figure del TEM “Temporary Export Manager” e DEM “Digital Export Manager” (figure professionali che affiancano le imprese nei processi di innovazione, digitalizzazione e internazionalizzazione);
  • Sistema Fieristico: strumenti e programmi per rafforzare la partecipazione a fiere in Italia e digitalizzazione delle fiere, attraverso piattaforme per incontri B2B virtuali;
  • Commercio Digitale (e-commerce): accordi con le principali piattaforme di e-commerce internazionali e altre piattaforme “marketplace minori” popolari in mercati prioritari;
  • Finanza Agevolata: agevolazioni, contributi e sistemi di garanzia a favore delle strategie di crescita e internazionalizzazione di imprese e start-up.

Ed è proprio questo su cui dobbiamo lavorare con i nostri esperti Idea Service per capire quali sono le agevolazioni e come poterne usufruire.

La dotazione finanziaria per l’attuazione dei pilastri strategici ammonta a 1,4 miliardi di euro.

CREDITI DI IMPOSTA

  • il credito d’imposta a favore delle PMI per la partecipazione a manifestazioni internazionali di settore, istituito dal decreto Crescita per il solo anno 2019, sarà valido anche nel 2020. L’agevolazione è pari al 30% delle spese ritenute ammissibili, fino ad un massimo di 60.000 euro.
  • credito di imposta per rimborso spese fiere cancellate causa Covid.

SIMEST 2020

Contributi a fondo perduto per l’internazionalizzazione a livello nazionale. Simest propone diverse misure per sostenere le imprese sui mercati esteri, offrendo finanziamenti agevolati, in base alle seguenti linee di intervento:

  1. patrimonializzazione
  2. partecipare a fiere internazionali, mostre e missioni di Sistema
  3. inserimento mercati esteri
  4. Temporary Export Manager (TEM)
  5. e-commerce
  6. studi di fattibilità
  7. programmi di assistenza tecnica

L’incentivo previsto da Simest consiste in un finanziamento a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE (0,078%) e prevede:

  • la possibilità di promuovere con migliore efficacia i propri prodotti,
  • una valutazione preliminare delle opportunità offerte da un mercato,
  • formazione del personale locale collegato ad un investimento estero.
  • Per meglio avvicinarsi alle attuali esigenze del sistema produttivo, queste misure sono oggetto di una parziale revisione, che prevede l’allargamento dei beneficiari e delle tipologie di attività ammissibili (ad esempio, fiere internazionali in Italia e UE).


Inoltre, fino al 31 dicembre 2020, l’impresa può accedere al finanziamenti Simest senza presentare la garanzia ed ottenere fino al 40% del finanziamento a fondo perduto – il 20% per lo strumento inserimento mercati esteri – per un contributo massimo 100.000 € .

Siamo a tua disposizione contattaci in qualsiasi momento

ideaservicesrl@gmail.com

0583 957263

www.ideaservicesrl.com

Lascia un commento