Finanza agevolata diventi asset strategico per le imprese nei prossimi anni

Ci sono ottimi segnali in queste settimane rispetto alle opportunità e di conseguenza all’impostazione delle strategie future per le imprese. Se infatti un’azienda trasforma, per i prossimi anni, la Finanza Agevolata in asset strategico potrà fare la differenza rispetto ai concorrenti sia nazionali che internazionali.
In queste ultime settimane abbiamo appreso come per esempio nel disegno di legge di bilancio 2021 è stato deciso di stanziare 23,8 miliardi di euro per la digitalizzazione aziendale ed in particolare l’Industria 4.0.
Ma si legge anche ovviamente di SuperBonus 110% e della conferma dei Bonus di ristrutturazione edilizia utilizzabili anche della imprese (in particolare EcoBonus, SismaBonus e Bonus Facciate, con percentuali di recupero tra il 50% ed il 90% degli investimenti).
Il Ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli ha spiegato come il Piano Transizione 4.0 sia stato potenziato e ben strutturato, tanto che nelle intenzioni rappresenterà il fulcro del piano industriale dell’Italia. Gli obiettivi sono lo stimolo degli investimenti privati, per cui sono state maggiorate le aliquote, ma anche dare stabilità alle diverse categorie con misure pluriennali e ampie.

Un aiuto arriverà anche dall’Europa: nel settennato 2021 – 2027 i fondi per i piani strutturali  più i Recovery Funds ammonteranno a 1.827 miliardi di cui almeno 25 destinati direttamente alle imprese della Regione Toscana. 

Le principali direttrici degli investimenti saranno :
    Europa Intelligente (30% del totale fondi): Industria 4.0, Ricerca e Sviluppo, Digitalizzazione, web marketing, ecc. ecc. Un fortissimo stimolo per migliorare la digitalizzazione aziendale
    Europa Verde (30% del totale fondi): efficientamento energetico, infrastrutture verdi, economia circolare. Uno sforzo ormai fondamentale per l’economia ed il futuro del pianeta.
    Europa Connessa: banda ultra larga, connessioni fisiche, infrastrutture. Fondamentale specie per l’Italia.
    Europa Sociale: fondo sociale Europeo. In questo momento vitale.
    Europa più vicina ai cittadini: investimenti in particolari territori. Soluzioni specifiche per territori più svantaggiati.
Programmare il futuro, gli investimenti passando dalla resilienza allo sviluppo sarà la chiave di svolta e la grande opportunità per tutti dopo un anno difficile come quelo che si sta concludendo
I nostri specialisti sono al fianco dei nostri clienti e dei loro professionisti per fare squadra e superare con slancio le attuali difficoltà impostando una progettualità articolata e programmata che abbia davvero nella finanza agevolata il fulcro dell’azione di impresa.

Lascia un commento